Visualizzazioni ultimo mese

Cerca nel blog

Translate

lunedì 12 settembre 2011

L'IMPEPATA DI COZZE DI GRILLO A SPESE LORO

Probabilmente devo essere un qualunquista se della manifestazione cozza day organizzata da Beppe Grillo a Roma mi son posto solo una domanda. Ma le cozze ?

Grillo mi risulta che sia un ambientalista convinto, favorevole ai referendum su acqua e nucleare e che nei suoi spettacoli, effettivamente efficaci e divertenti, parla sempre di pannelli solari. Ma le cozze sono esseri viventi e non ho capito perché siano state usate per una manifestazione e, immagino, buttate poi in un cassonetto a fine corsa (dopo essere state deposte in un cestone a Piazza Montecitorio). Lui, ha spiegato sul suo blog: “...Partirò per primo con il mio carico di gusci di cozze freschi fatti arrivare da Livorno”.

Beppe, uccidere gli animali non è una bella cosa e un ambietalista di solito lo sa. Lo facciamo per nutrirci e ci può stare (in questo condivido col mio amico Tonio Dell'Olio quel che dice si sé: sono un vegetariano non praticante) ma usare gli animali per altri fini mi pare l'antitesi dell'ecologia e anche del buon senso. Utilizzare una cozza per una manifestazione e lasciare che muoia di caldo e mancanza d'acqua in un'assolata giornata capitolina ha la stessa crudeltà dell'utilizzo di un cane per testare un profumo. Ed è assai meno nobile di chi uccide un topo per trovare un rimedio farmacologico (pratica su cui c'è cmq un certo dibattito). Penso che essere ambientalisti c'entri anche con questo. Grillo cercava un'efficace metafora della casta attaccata alla poltrona? E non poteva portare dei barattoli di colla (acqua e farina così da non pagare qualche grossa ditta produttrice se vogliamo esagerare)? Perché le cozze?

Perché non rantolano mentre muoiono? Un pazzo amplificò una volta il grido che una formica emette quando viene schiacciata. Terribile. Chissà cos'hanno pensato loro delle tue battaglie politicamente corrette prima di andare all'altro mondo

4 commenti:

Alberto ha detto...

Non posso certamente essere annoverato tra gli ambientalisti, ma condivido pienamente quanto scritto da Emanuele. Auspico nel contempo che Grillo torni al più presto a fare solo il comico. Come la guerra è un affare troppo complicato per lasciarlo fare ai generali, la politica è pratica troppo seria per lasciarla fare ai comici, sia che si chiamino Grillo o Berlusconi

leo ha detto...

un amico vegetariano le mangia perchè dice che sono prive di sistema nervoso ... qualcuno ne sa di più?

Leo ha detto...

:-)
http://it.wikipedia.org/wiki/Elenco_delle_100_specie_aliene_pi%C3%B9_dannose_del_mondo

Emanuele Giordana ha detto...

rispondo al secondo commento: forse non hanno il sistema nervoso ma tutto il resto si. Appartengono al mondo animale non al vegetale o al minerale. Non soffrono? E chi può dirlo? Dubito che Grillo lo sappia.
A Leo dico che le vespe a me paiono dannose e non le mangio ma, se posso, evito di ucciderle a meno che non siano un pericolo. Le cozze lo sono? Per le centrali si: impediscono il raffreddamento delle eliche nel mare. Motivo in più per non farle